sabato 20 settembre 2014

Ancora al lago del Bilancino

Sulle ali dell’entusiasmo dell’ultima pescata a Bilancino, a distanza di una settimana, decido di bissare l’esperienza lacustre.
In questi giorni ho infatti avuto modo di riflettere e lucubrare sulle nozioni acquisite la volta scorsa cercando di capire cosa poteva essere cambiato e migliorato.

Innanzi tutto l’interesse è rivolto quasi esclusivamente a lucci e a persici reali di taglia. Quindi l’approccio con i metal jig è drasticamente ridotto (giusto qualche calata di “riscaldamento” con attrezzatura da light game, giusto per scappottare).

Quindi pescherò “pesante” con jig head da 1/2 a 5/8 (pescando anche su 20mt d’acqua mi interessa arrivare in fretta nelle zona di pesca) sulle corposi shad dai 4 ai 5 pollici.

La scelta degli shad è ricaduta su fondamentalmente su due modelli: il blasonatissimo ed efficacissimo Keitech Swing Impact Fat conosciuto da tutti i pescatori di acqua dolce e salata ed il Damiki Anchovy Shad. Quest’ultimo è una soft jerkbait da 5 pollici realizzata con una mescola molto resistente ma allo stesso tempo morbida che ne garantisce un impeccabile nuoto della coda tagliata a “coda di rondine”. Il corpo dell’esca è molto semplice ma tuttavia estremamente efficace sia con recuperi a bassa velocità che a velocità più sostenute. Molto belli anche i dettagli come l’occhio in 3D e il disegno delle squame. E’ una soft bait molto versatile che si presta ad una infinità di impieghi e di inneschi (texas, wacky, drop shot, jig head ecc.).

Ma vediamo i risultati:




Per quanto mi riguarda direi molto molto soddisfacenti!

La giornata si conclude con due lucci a testa, diversi reali di taglia accettabile ed un bass!
Ma fra tutti la medaglia d'oro se la merita questo bel luccio preso da +gabriele de camillis 


 

Alla prossima!
 

Nessun commento:

Posta un commento